Certificazioni e Normative per Travi Prem

 

Nelle specifiche Procedure Ministeriali (Linee Guida per l'utilizzo di travi tralicciate in acciaio conglobate nel getto di calcestruzzo collaborante e procedure per il rilascio dell'autorizzazione all'impiego), che fanno riferimento al cap. 4.6 delle NTC, le Travi PREM "canoniche" vengono inquadrate o nell’ambito delle strutture in c.a./c.a.p o in quello delle strutture composte acciaio-calcestruzzo. Testualmente, il documento riporta:

“L’espressione ‘travi tralicciate in acciaio conglobate nel getto di calcestruzzo collaborante’ indica, in termini generali, una tecnica costruttiva che comprende numerosi tipi di travi tralicciate. Occorre, in primo luogo, definire, con riferimento al Capitolo 4, punto 4.6 delle NTC 2008, sulla base della tipologia strutturale, in quale categoria rientri una specifica struttura reticolare mista.

A tale scopo si individuano tre categorie entro le quali inquadrare ciascuna tipologia strutturale:

a) strutture composte acciaio-calcestruzzo;

b) strutture in calcestruzzo armato normale o precompresso;

c) strutture non riconducibili ai principi, alle definizioni, ai modelli di calcolo e ai materiali delle due categorie sopra elencate.

Delle tre categorie sopra indicate, le prime due non ricadono nell’ambito di applicazione del citato punto 4.6 delle NTC 2008, in quanto espressamente disciplinate, rispettivamente, dai paragrafi 4.3 e 4.1 delle Norme stesse, come verrà precisato di seguito.

....

Per tutte le predette categorie si individuano due fasi costruttive: una prima fase in cui è resistente la sola parte in acciaio e una seconda fase in cui anche il calcestruzzo di completamento è indurito.”

E' evidente quindi che le travi rientranti nelle categorie a) e b), nel rispetto dei paragrafi 4.3 e 4.1 delle NTC, dovranno seguire le prescrizioni rispettivamente: per le strutture composte acciaio-calcestruzzo e per le strutture in c.a./c.a.p. contenute nei suddetti paragrafi. Ma non basta. Le stesse Procedure Ministeriali, infatti, specificano che, per poter considerare una Trave PREM appartenente ad una delle categorie strutturali sopra definite, il singolo produttore della trave in esame deve presentare all'STC una richiesta di attribuzione di categoria strutturale corredando tale richiesta "con apposita relazione descrittiva e di calcolo idonea a dimostrare il rispetto delle caratteristiche e dei requisiti richiesti per la specifica categoria".

Nell'arco di quasi cinque anni, da quando sono state pubblicate le Procedure Ministeriali, vari produttori hanno esperito tale procedura per una o più d'una delle tre categorie previste ma, fino ad oggi, non ne è stata fornita alcuna comunicazione pubblica poichè il sito del CSLP non ha una sezione dedicata a questo tema.

Per colmare questa lacuna, Assoprem ha presentato formale richiesta al CSLP per avere la lista completa dei Produttori "in regola" con le Line Guida e recentemente ha ottenuto un riscontro completo che, come servizio al mercato, ha provveduto a rendere pubbliche.

Alleghiamo copia integrale della richiesta di Assoprem e della risposta del CSLP riportando qui di seguito, per maggiore reperibilità dell'informazione l'ELENCO ESAUSTIVO DEI PRODUTTORI DI TRAVI PREM IN REGOLA CON LE PROCEDURE PREVISTE DALLE LINEE GUIDA DEL CSLP IN DATA 12/04/2016.