La storia delle Travi e del Sistema PREM

La Trave Prefabbricata Reticolare Mista nasce cinquanta anni fa senza né un nome comune né un nome proprio, cioè un marchio.

Proprio negli anni ’65 -’70 si erano create due diverse correnti di pensiero sulle strutture miste. La prima, tradizionalista, formata soprattutto da americani, che cercò di realizzare le due parti strutturali, quella in acciaio e quella in c.a., assolutamente indipendenti attraverso giunti che permettessero lo scorrimento dell’una sull’altra, evitando volutamente la realizzazione di una struttura "mista". La seconda, formata per la maggior parte da tecnici e costruttori tedeschi e giapponesi, studiò, a vantaggio dell’economia e della rigidità del complesso, dei metodi di accoppiamento dei due materiali e cercò dei sistemi di calcolo adeguati che tenessero conto del nuovo tipo di struttura. Oggi si può dire che la seconda corrente ha preso il sopravvento quasi ovunque, in particolare in Italia con l’evoluzione delle travi reticolari miste. (dispensa di F.Pirani, Università di Ferrara, 2004).

Riportiamo qui di seguito le tappe salienti dell'origine e della evoluzione delle Travi Prefabbricate Reticolari Miste e del Sistema Costruttivo che su esse si basa.

1964 Il primo brevetto per travetti di solai - Viene presentata al Ministero competente, dal Sig.Savoia Prassede, domanda di brevetto per invenzione industriale dal titolo:”Armatura autoportante per orizzontamenti in calcestruzzo armato” che viene rilasciato nel 1966. Brevetto acquistato dall’ing. Borneto che ne avvia l’impiego nell’edilizia.

1967 Il primo brevetto ed il primo marchio per travi a spessore - L'Ing. Salvatore Leone brevetta la prima Trave tralicciata con piatto di acciaio - Il primo marchio delle Travi Prefabbricate Reticolari Miste sul mercato fu SEP (dal nome dell'azienda produttrice) che contraddistingueva la trave con fondello in acciaio a spessore di solaio, l’unica impiegata all’inizio nel progettare prefabbricato.

1970 Travi fuori spessore e secondo marchio - Nasce la trave con fondello in acciaio a ribasso e con essa, il marchio rep, depositato dall’ing. Salvatore Leone e concesso in licenza, in pochi anni, ad una decina di produttori sul territorio nazionale.

1978 Nuove invenzioni e nuovi marchi - L'Ing. Izzo inventa la trave con fondello in calcestruzzo, oggi più diffusa di quella con fondello in acciaio. La CSP la produce dapprima col marchio Trave Lastra e poi col marchio TLQ. L'Ing. Izzo inserisce inoltre, nelle Travi Reticolari Miste, la più efficiente anima a puntoni verticali.

1981 La nuova tecnologia: l'acciaio da c.a. - La SD inventa ed immette sul mercato le prime Travi Reticolari Miste realizzate con acciaio nervato da c.a. saldabile.

1986 Inizia la ricerca - La prima grande campagna di ricerca viene effettuata nel laboratorio ufficiale della RDB di Pontenure (PC) per iniziativa di alcune aziende riunite nel Consorzio Produttori Travi Rep.

1988 Le innovazioni continuano - Nasce la Trave Reticolare con piatto binato e anime sfalsate inventata dalla Reato Snc. La SD inserisce la morfologia a tralicci binati e paralleli.

1996 La produzione di brevetti e marchi diventa impressionante. - Vengono brevettati la Trave disassata ed il traliccio passante nel nodo. da parte della EDIS Srl, ed il Corrente Superiore Arretrato da parte della CSP e del Sig. Franco Brogi. Il numero di produttori passa da poche unità a parecchie decine e quasi ciascuno propone un proprio marchio: ART, CAM, COOPTRAVE, Metallica RDB, Mista RDB, RAFTER, REAM, rep, REP NOR, REP DIS, REP TR, SD, SER, SRP, TLQ, TMQ, TRR, TSQ, VTR.

2006 Finalmente la Trave Prefabbricata Reticolare Mista ha un nome: PREM - In presenza di così tanti nomi propri, il mercato avvertiva l'esigenza di una terminologia comune che non poteva che nascere in sede tecnica. Il Gruppo di Lavoro Assoprem-CIS_E se ne fa carico e propone il nome di Trave Prefabbricata REticolare Mista e vara altresì un suo diminutivo: PREM, nome scevro da ogni registrazione e, quindi, di possibile uso da parte di chiunque.

2007 Assoprem vara una Ricerca Nazionale Coordinata - Anche Assoprem, l’Associazione Nazionale dei Produttori di Travi Reticolari Miste, impegna parte delle proprie risorse nella ricerca tanto da far nascere, in breve tempo, anche una importante innovazione: il fondello in calcestruzzo ad alte prestazioni.

2008 Le NTC si interessano, per la prima volta nella storia, alle Travi Tralicciate inglobate in un getto di calcestruzzo collaborante - Il Par. 4.6 rinvia la loro regolamentazione alle emanande "Linee Guida del CSLP".

2009 Vengono approvate le Linee Guida del CSLP ed emanate le Raccomandazioni Assoprem-CIS_E - Il 18/09/09 il CSLP approva, ma non pubblica, le Linee Guida previste al par. 4.6 delle NTC. Il 26/11/09 il Gruppo di Lavoro Nazionale Assoprem-CIS_E adegua alle Linee Guida del CSLP e poi vara definitivamente le RACCOMANDAZIONI PER LA PROGETTAZIONE E L’ESECUZIONE DI TRAVI PREFABBRICATE RETICOLARI MISTE.

2011 Vengono emanate le Linee Guida del CSLP e viene pubblicata la GTO - Il CSLP pubblica sul proprio sito le “Linee guida per l’utilizzo di travi travi tralicciate in acciaio conglobate nel getto di calcestruzzo collaborante e procedure per il rilascio dell’autorizzazione all’impiego”. L'Editore Tecniche Nuove pubblica, su Copyright Assoprem, la GTO, Guida Tecnico Operativa per il Professionista.

2015 Autorizzazioni e Clasificazioni - Fra il 2011 ed il 2015 il CSLP ha rilasciato, in tutta Italia, una sola autorizzazione per travi di categoria c) (ibride) ed una decina di classificazioni per travi o di categoria a) (acciaio calcestruzzo) o di categoria b) (cemento armato).